COLLA DI CONIGLIO

15,09 +iva

Si presenta sotto forma di granuli ed é ricavata da pelli di lapin che notoriamente danno un prodotto piu’ elastico.

Add to Cart

Colla-di-coniglio ideale per il legno
COLLA DI CONIGLIO 15,09 +iva

COLLA DI CONIGLIO

La colla di coniglio, conosciuta anche come colla lapin, è un adesivo naturale ricavato dai cascami di pelli di coniglio. Si distingue per le sue elevate proprietà adesive, la reversibilità e la biodegradabilità, caratteristiche che la rendono un materiale prezioso in svariati campi.

Proprietà e Caratteristiche

• Forza adesiva: La colla di coniglio vanta un’elevata forza adesiva, ideale per incollare legno, carta, pelle, tela e persino alcuni metalli.
• Reversibilità: A differenza di colle sintetiche, la colla di coniglio è reversibile. Ciò significa che può essere ammorbidita con acqua calda e separata, rendendola perfetta per restauri e lavori su oggetti delicati.
• Biodegradabilità: Essendo un prodotto naturale, la colla di coniglio è biodegradabile e non tossica, non rappresentando un pericolo per l’ambiente o la salute.
• Flessibilità: Una volta asciutta, la colla di coniglio conserva una certa flessibilità, risultando utile per incollare oggetti che potrebbero subire deformazioni.
• Trasparenza: La colla di coniglio è trasparente quando asciutta, rendendola ideale per applicazioni dove l’estetica è importante.

Preparazione e Utilizzo

La colla di coniglio si presenta generalmente in fogli, scaglie o perline. Per utilizzarla, è necessario seguire questi passaggi:
1. Immersione: Mettere la colla in acqua fredda o tiepida per diverse ore (in genere un rapporto di 100 g di colla per 1 litro d’acqua). La colla si ammorbidirà gradualmente, gonfiandosi.
2. Scioglimento: Scaldare la colla a bagnomaria, senza mai farla bollire. Mescolare con cura fino a ottenere una soluzione omogenea e priva di grumi.
3. Applicazione: Stendere la colla con un pennello o una spatola sulle superfici da incollare. Unire i pezzi e assicurarsi che la colla sia ben distribuita sulla giuntura.
4. Pressatura: Premere le superfici incollate con morsetti o pesi per garantire un forte legame. Il tempo di asciugatura varia a seconda della temperatura e dell’umidità, ma in genere richiede diverse ore.

Consigli e Avvertenze

• Per ottenere la massima forza adesiva, è importante utilizzare la colla su superfici pulite, asciutte e prive di grasso.
• La colla di coniglio è sensibile all’umidità: evitare di utilizzarla in ambienti umidi o su materiali igroscopici.
• In caso di contatto con la pelle o gli occhi, sciacquare abbondantemente con acqua.
• Tenere la colla fuori dalla portata dei bambini.

Applicazioni

La colla di coniglio trova impiego in diversi settori, tra cui:
• Restauro: Ideale per il restauro di mobili antichi, strumenti musicali, libri e opere d’arte.
• Doratura: Utilizzata per fissare la foglia d’oro su superfici lignee, metalliche o gessose.
• Luthieria: Adatta per incollare legni pregiati nella costruzione di strumenti musicali.
• Legatoria: Impiegata per rilegare libri e creare album.
• Carteleria: Utile per la realizzazione di scatole, maschere e oggetti di cartapesta.

Conclusione

La colla di coniglio rappresenta un materiale versatile e prezioso per innumerevoli applicazioni. Le sue caratteristiche uniche, unite alla sua natura ecologica, la rendono una scelta ideale per professionisti e appassionati che ricercano un adesivo resistente, reversibile e sicuro.

COLLA DI CONIGLIO 1Scheda Tecnica
COLLA DI CONIGLIO 3Scheda Sicurezza