OSSIDO DI FERRO

6,55 +iva

Prodotti per via sintetica, sono stabili alla luce, alle intemperie, agli acidi, agli alcali, alla calce, al cemento.
Cartella colori visibile nella scheda tecnica.

Add to Cart

OSSIDO DI FERRO
OSSIDO DI FERRO 6,55 +iva

OSSIDO DI FERRO

Prodotti per via sintetica, sono stabili alla luce, alle intemperie, agli acidi, agli alcali, alla calce, al cemento.
Tonalità e caratteristiche visibili nella Cartella colori

L’ossido di ferro, noto anche come FeOx, è un composto chimico ampiamente diffuso e studiato per le sue numerose proprietà e applicazioni in una vasta gamma di settori, dalla medicina all’ingegneria.

Composizione e Struttura

L’ossido di ferro è composto da atomi di ferro (Fe) e ossigeno (O), con diverse proporzioni di atomi di ossigeno rispetto agli atomi di ferro.
Le tre forme più comuni di ossido di ferro sono l’ossido di ferro(II) (FeO), l’ossido di ferro(III) (Fe2O3) e l’ossido misto di ferro(II,III) (Fe3O4), o magnetite.
Queste diverse forme si distinguono per la loro struttura cristallina e le proprietà fisiche e chimiche associate.

Proprietà Fisiche e Chimiche

Le proprietà fisiche e chimiche dell’ossido di ferro dipendono dalla sua forma specifica e dalla sua struttura cristallina. Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche comuni che si applicano generalmente a tutte le forme di ossido di ferro:
Magnetismo: La magnetite (Fe3O4) è un materiale magnetico naturale con una forte risposta al campo magnetico. Questa proprietà la rende preziosa per applicazioni in magnetismo e tecnologie di registrazione magnetica.
Stabilità chimica: L’ossido di ferro è generalmente stabile chimicamente, ma può reagire con altri composti in determinate condizioni. Ad esempio, l’ossido di ferro può reagire con acidi forti per formare sali di ferro.
Colorazione: Le diverse forme di ossido di ferro possono variare nel colore, dall’arancione-rosso della ruggine (Fe2O3) al nero della magnetite (Fe3O4). Questa variazione di colore le rende utili in una varietà di applicazioni, inclusi pigmenti e coloranti.

Applicazioni Attuali

L’ossido di ferro è ampiamente utilizzato in molte industrie e settori a causa delle sue diverse proprietà e applicazioni. Alcuni esempi di utilizzi attuali includono:
Pigmenti: L’ossido di ferro è comunemente impiegato come pigmento nei settori della pittura, della plastica e della ceramica grazie alla sua stabilità e alla sua capacità di produrre colori vivaci e duraturi.
Medicina: Nella medicina, l’ossido di ferro viene impiegato in vari contesti, tra cui come agente di contrasto nei risonatori magnetici (RM) e nelle nanotecnologie per applicazioni di imaging e terapia.
Tecnologia magnetica: La magnetite è utilizzata in dispositivi magnetici come dischi rigidi, cassette audio e altoparlanti per la sua forte proprietà magnetica e la sua capacità di mantenere informazioni magnetizzate.
Rimozione dell’inquinamento: L’ossido di ferro è impiegato nella depurazione delle acque e dei gas per la sua capacità di adsorbire e catalizzare la rimozione di contaminanti come metalli pesanti e composti organici.

Prospettive Future

Le prospettive future per l’ossido di ferro sono promettenti, con continue ricerche e sviluppi che stanno ampliando il suo potenziale in molteplici settori. Alcune aree di interesse includono:
Applicazioni biomediche avanzate: La ricerca si sta concentrando sull’utilizzo di nanoparticelle di ossido di ferro per scopi biomedici come la terapia del cancro mirata e la consegna di farmaci.
Elettronica e sensoristica: L’ossido di ferro è oggetto di studio per lo sviluppo di dispositivi elettronici avanzati, sensori di gas e biosensori grazie alle sue proprietà magnetiche e catalitiche.
Energia: Le nanoparticelle di ossido di ferro sono considerate promettenti per applicazioni in celle solari, batterie e dispositivi di accumulo dell’energia grazie alla loro elevata area superficiale e alle proprietà di conduzione elettrica.

OSSIDO DI FERRO 1Cartella colori