Vernice per legno quale scegliere

Guida all’uso della vernice per legno

Per scegliere la vernice per legno più adatta, suggeriamo di valutare attentamente tutte le caratteristiche del legno, se la vernice è per l’interno o vernici per l’esterno, come vorremmo stendere il colore per legno, se la verniciatura sarà a pennello, colorare il legno a spruzzo, oppure usare coloranti a tampone per il legno ecc… Diciamo questo da una lunga esperienza, per ottenere ottimi risultati dovremmo essere ben consapevoli delle vernici che andremo ad usare e scegliere quella più adatta ai tuoi gusti.

 

Tipi di Vernici per legno:

Vernici mono componenti per Legno: il nome ci indica che sono vernici realizzate con un solo prodotto, con facilità di essicazione e pratiche da usare.

Vernici a olio per il Legno danno l’opportunità che il colore sia più durevole sul legno. Infatti come caratteristica penetrano molto in profondità e sigillano il legno così da evidenziare la naturale bellezza.

Vernici con soluzione a base d’acqua per il legno sono le più adatte per uniformare la tinta sul supporto. A differenza di quelle a olio non vengono assorbite dal legno in modo disomogeneo. Non alterano la finitura naturale del legno e, a differenza di quelle, che la loro base è con solvente, richiedono solo un po’ di tempo in più per essiccarsi, questo dipende dalle condizioni del clima, dall’umidità dell’ambiente e la temperatura. Le vernici ad acqua oltre che ad essere meno pericolose ( tipo non sono infiammabili), hanno una buona durata per l’esterno, mantengono una qualità dell’elasticità buona, non tendono ad ingiallire, hanno una buona resa per la conservazione nel tempo dell’originale brillantezza, anche se a dire al vero non sono così performanti come le vernici a solvente.


Quando parliamo dei vernici a gel sono adatti per dare una colorazione più naturale a molti tipi di legno e non solo, però sarebbero più difficili nell’applicazione e il trattamento.

Le vernici a pastello per Legno non hanno nessuna base oleosa e il risultato è un leggero colore pastello, così da evidenziare le venature del legno. Ottima scelta se l’obbiettivo è decorativo.

Le vernici con pigmenti per Legno sono riempitive nelle venature e la superficie del legno si presenta meno colorata.

Le vernici colorate per Legno sono in grado di lasciare le venature e le aree circostanti all’incirca dello stesso colore.


Vernici a base solvente per Legno questo tipo di vernice è di solito a base di acquaragia o diluente nitro, hanno come caratteristica resistenza migliore alle condizioni climatiche estreme, in particolar modo al freddo e al gelo, quando la si stende ad un primo impatto fornisce una rilevante brillantezza ma con il passare del tempo la brillantezza si attenua.


Vernici poliuretaniche per Legno: sono delle Vernici resistenti agli agenti atmosferici, hanno come caratteristica di una elevata durezza, sono resistenti all’abrasione, la loro lucentezza, una più che buona adesione al supporto in legno, hanno un’ essiccazione veloce, durabilità nel tempo e la trasparenza. Le vernici poliuretaniche sono indicate per ambienti esterni, in modo particolare per il trattamento e finitura di manufatti in ambienti vicini al mare.

Queste vernici sono particolarmente resistenti all’azione dell’acqua salata e non solo, hanno come proprietà la protezione del legno dalle conseguenze dei raggi UV. Se vengono utilizzare all’interno, una volta che vengono applicate, danno forma ad un film superficiale molto utile per tenere lontano la sporcizia, e sono particolarmente facili da pulire.


Vernici epossidiche per Legno: Sono vernici indicate per il trattamento di fondo di oggetti in legno che si trovano in zone di mare ed esposte quindi a particolari condizioni. Sono vernici molto indicate quindi per il legno impiegato nella costruzione delle imbarcazioni, o in contesti industriali. Con l’avvento della resina epossidica, il legno è diventato un materiale competitivo nel mondo delle imbarcazioni, a scapito di quelli plastici e metallici, avendone abbattuto i maggiori costi di manutenzione ed avendo il legno a suo favore il requisito estetico.

 


Vernici naturali per Legno, sono realizzate con materie prime naturali associate a solventi quali trementina naturale aceto di vino, cera d’api, alcool, olio di lino cotto al latte, calce e resine vegetali. Solo in questo modo si crea l’auspicata affinità tra la natura del supporto e quella della vernice (naturale), la qualcosa assicura a quest’ultima una resistenza altrimenti non raggiungibile. Tra i vantaggi di una vernice naturale troviamo: l’assenza di rischi per la salute delle persone; l’ utilizzo di materie prime vegetali, biodegradabili, riciclabili e rigenerabili


Vernici per effetto anticato per Legno: con delle fasi di colorazione del legno adeguato e vernici speciali si possono fare degli effetti particolari, come risaltare  la venatura e la porosità del legno, fornendo un effetto anticato, cosiddetto effetto decapè. Per lo scopo è necessario partire da legni con una venatura e porosità accentuata, tipo il rovere.

 

 

Caratteristiche delle vernici:

Da cosa è composta la vernice:

Per colore per il legno, negli anni si è evoluta in modo considerevole ve ne sono di varie composizioni , con composizioni e consistenze di vari tipi dalla vernice incolore oppure colorata.

Le composizioni sono a base:

• Con solvente, sostanza composta per dare fluidità alla vernice per l’applicazione e conservazione.

• Con legante, più sostanze coesive e adesive tipo (resine vegetali, oli naturali tipo l’olio di lino, cera d’api, oggigiorno sostituite da leganti sintetici, tipo le resine alchiliche), cui è affidato il compito di formare il film di protezione sulle superfici trattate, una volta compiuta la fase di essiccazione. Dai leganti in larga misura dipendono gran parte delle proprietà meccaniche e fisiche della vernice.

• Con pigmenti, sono componenti organici e inorganici della base della vernice, sono riconosciuti principi per il risalto del colore della pellicola superficiale oltre a fornire e a migliorarne le proprietà meccaniche e fisiche, come la durezza, la resistenza all’abrasione, ai raggi solari.

• Con additivi, hanno il compito di avere una essiccazione rapida, contrapporsi alle radiazioni UV, tenere sotto controllo l’ingiallimento, fornire alla pellicola superficiale (chiamata film) la dovuta elasticità che previene le dannose formazione di fessure o crepe

 

 

 

Come usare la vernice per legno

 

La scelta per colorare il legno:

 

La scelta della vernice per legno di qualsiasi supporto viene solitamente eseguita per conferire al supporto stesso determinate caratteristiche estetiche e proprietà di resistenza. In linea di massima, un ciclo di verniciatura, è costituito dall’applicazione di successivi strati di prodotto.

Principalmente possiamo distinguere le seguenti 4 fasi, ciascuno con la sua finalità:

1. Tinteggiatura e nobilitazione si applica sul supporto legnoso un prodotto tinteggiante allo scopo di uniformare la tinta delle singole partite di essenza tra di loro e conferire al supporto stesso un opportuno aspetto estetico.

2. Isolamento viene applicato sul supporto, di solito di natura esotica o comunque particolare, un prodotto verniciante (isolante) in grado di permettere l’aggrappaggio dei successivi strati di prodotto verniciante.

3. Riempimento fase di applicazione di una o più mani di fondo, per riempire la porosità del supporto nella misura desiderata, con finitura a poro aperto o chiuso.

4. Finitura trattasi dell’applicazione dello strato finale di prodotto verniciante, per ottenere determinati requisiti estetici (finitura trasparente o pigmentata, lucida o a diversi gradi di opacità) e/o di resistenza. Maggiori informazioni

 

In base a quanto sopra detto, l’elenco completo delle fasi che costituiscono in linea di massima qualsiasi buon uso del trattamento del legno è il seguente:

– Levigatura del supporto
– Tinteggiatura o nobilitazione (se necessari) e relativa essiccazione
– Isolamento (se necessario) e relativa essiccazione
– Riempimento (fondo) e relativa essiccazione
– Levigatura del fondo
– Finitura

È possibile personalizzare la vostra ricerca della vernice più adatta navigando nel sito di Faichim per le necessità che Voi abbiate. Sono disponibili stucco per legno, colle speciali, trattamento per la protezione del legno, attrezzatura, prodotti per restauro, ci sono prodotti per il fai da te o per artigiani e piccole grandi aziende. Potrete consultare i nostri cataloghi di vernici comodamente al computer scaricando i nostri listini e prodotti, oppure le brochure per soddisfare le esigenze di qualsiasi necessità.

 

Finiture

Vernici per esterno. La qualità di una vernice per legno  per l’esterno è data dalla durabilità che è capace di garantire al manufatto. Le vernici ad acqua sono le migliori per questo risultato, infatti sono vernici capaci di contenere la capacità del legno di assimilare le radiazioni del sole, l’ umidità e nello stesso tempo offrono una protezione abbastanza discreta agli attacchi dei parassiti sia animali e vegetali. Le vernici per esterno, sia queste siano ad acqua o a base di solvente,  hanno degli additivi e filtri particolari per assicurare la protezione del legno, sia dal degrado prodotto dai raggi ultravioletti e anche per altri agenti atmosferici.


Vernici da interni. Le vernici per interno sono studiate per riparare e fornire una giusta protezione ai mobili, porte, infissi, in base alla destinazione, hanno lo scopo di avere un’elevata resistenza agli urti,all’abrasione, ai graffi, alle macchie, ai detersivi, e molto altro. Per il legno da interni, le più usate sono le vernici ad acqua dette monocomponente, infatti sono vernici non tossiche, inodore ed soprattutto ecologiche, così possono adempiere in pieno con il rispetto dell’ambiente.Ormai le vernici ad acqua monocomponente  hanno raggiunto una qualità, da essere in grado di fornire finiture che non si differenziano molto da quelle  fornite dalle vernici a solvente.


Consigli utili

 

Quando vogliamo eseguire dei lavori di verniciatura, dovremmo valutare i periodi dell’anno , infatti i periodi più caldi sono i più indicati. Le precauzioni sono di non verniciare qualsiasi sia il tipo di vernice, esposti su superfici al sole, dato che la vernice si asciugherebbe in modo veloce e ci si troverebbe senza il tempo di far asciugare in modo uniforme il legno verniciato. Le temperature suggerite quando si vuole verniciare dovrebbe variare dai 12 ai 22/25 gradi.

Se l’obbiettivo è verniciare i serramenti, è suggerito di tenere in considerazione che le finestre di solito sono di base, pitturate con vernice satinata, se noi useremo la vernice lucida ci troveremo con una chiara differenza estetica, dato che una vernice lucida ha come effetto specchio. Se useremo una vernice satinata, sarà la scelta più consona visto che non ha effetto specchio ma riflette la luce .

Un manufatto di legno nuovo o rigenerato dopo averlo sverniciato, lo si può verniciare con qualsiasi vernice che questa sia a base acqua o base solvente.
Per conoscere come verniciare il legno bisogna essere sicuri che sia pulito molto asciutto e aver fatto un’ottima levigatura. I manufatti sverniciati è suggerito di pulirli molto bene con del diluente prima di attingersi al nuovo trattamento di verniciatura. Maggiori dettagli

 


 

21,00380,50
33,00137,50
6,50123,50